Bonifiche ambientali microspie: cos’è

La bonifica ambientale, o bonifica elettronica, si riferisce a “procedure specialistiche volte all’individuazione di dispositivi di sorveglianza clandestina” o di qualsiasi altro strumento capace di rilevare segnali audio/visivi da un dato contesto e di inviarli a soggetti non autorizzati.

In quali situazioni è opportuno eseguire la bonifiche ambientali microspie?

Di solito, i nostri clienti effettuano una volta all’anno una revisione degli ambienti in cui vengono condivise informazioni altamente confidenziali.

Tuttavia, possono sorgere esigenze improvvisate in occasione di cambiamenti nella direzione aziendale o, più raramente, in seguito a furti o accessi non autorizzati ai locali.

La salvaguardia della riservatezza delle informazioni diventa particolarmente cruciale quando i contenuti sono di natura riservata e correlati a brevetti, know-how, dati finanziari, aspetti legali, progetti, appalti e così via.

Spesso, le attività di protezione del patrimonio aziendale prendono avvio a seguito di incidenti causati dalla divulgazione non autorizzata di informazioni, dovuta a carenze nelle procedure e nei sistemi di sicurezza.

Nel contesto attuale, chiunque abbia intenzioni dannose nei confronti dell’azienda o desideri ottenere vantaggi illeciti tende ad utilizzare senza esitazioni microspie posizionabili agevolmente tramite vari negozi online.

La miniaturizzazione e la qualità avanzata persino delle soluzioni a basso costo hanno raggiunto un livello tale che consentono di ottenere risultati soddisfacenti anche per chi non è un esperto del settore.

Per “microspie“, ovvero dispositivi che possono essere collocati negli spazi fisici, ci riferiamo a dispositivi elettronici di piccole dimensioni, alimentati da batterie o da fonti elettriche.

Per quanto riguarda il concetto di “software spia“, intendiamo software dannosi capaci di intercettare dati, audio e video e trasmetterli a terzi, installabili su smartphone o computer.

Approfondendo le tipologie di microspie ambientali, è possibile distinguere:

  1. Microspie GSM/UMTS, che consentono di ascoltare le conversazioni avvenute in una stanza sfruttando una scheda SIM;
  2. Microspie radio analogiche, conosciute anche come cimici spia. Questi dispositivi includono microfoni collegati a trasmettitori radio, i quali registrano e inviano l’audio a ricevitori posti a distanza;
  3. Microspie con Sistema Operativo, che registrano e trasmettono i contenuti in modi più avanzati e difficilmente rilevabili.

Il mercato offre una varietà di tipologie di microspie ambientali.

Le opzioni più costose, escludendo truffe, sono difficili da reperire online.

Tuttavia, esse sono altamente performanti, offrono un audio di qualità eccellente e consentono la regolazione dei parametri di registrazione.

La maggior parte delle microspie comunemente disponibili su piattaforme di e-commerce e attraverso il web sono poco più che giocattoli, con scarsa qualità di registrazione e batteria di durata limitata.

Queste soluzioni raramente sono adatte anche per un utilizzo domestico.

Bonifiche ambientali: Costi e Procedure

Se desideri procedere con le Bonifiche ambientali microspie e ottenere una stima dei relativi costi, ti basta inviarci un’email includendo i seguenti dettagli:

  • Luogo in cui è richiesta la ripulitura;
  • Numero di stanze soggette all’operazione;
  • Stima approssimativa della metratura totale;
  • Disponibilità di orario e data per l’esecuzione dell’indagine sulle microspie.

Ogni situazione presenta le proprie specificità, ma sulla base delle informazioni fornite abbiamo sviluppato una tabella tariffaria valida su tutto il territorio italiano.

Nel caso tu sospetti la presenza di microspie nella tua abitazione o nel tuo ufficio, ti invitiamo a contattarci fornendo i dati summenzionati. In tempi brevi, riceverai un preventivo e spesso potremo iniziare l’operazione di pulizia già dal giorno successivo.

Apparecchi per la Rilevazione di Microspie

Nell’ottica di individuare e rimuovere potenziali dispositivi di spionaggio da locali aziendali, facciamo uso di apparecchi dedicati alla rilevazione di microspie ambientali. Questi strumenti si basano su varie metodologie, e solitamente ne impieghiamo tra 5 e 10 diversi per ciascuna operazione di bonifica.

  • Uno strumento classico è il “spazzolone“, ovvero il rilevatore di giunzioni non lineari (diodi), che continua a essere di grande valore in quanto capace di rilevare schede elettroniche anche se non attive.
  • Utilizziamo inoltre diversi tipi di scanner e analizzatori di spettro, che individuano segnali di trasmissione anomali, anche quando sono molto brevi o distribuiti in modo da mimetizzarsi.

Sebbene i rilevatori di microspie ambientali siano fondamentali, non rappresentano l’unico punto di riferimento durante le operazioni di pulizia. È di vitale importanza condurre una meticolosa ispezione visuale degli ambienti.

Infine, desideriamo sottolineare che il rapporto tecnico che forniamo al termine dell’operazione e dell’analisi in laboratorio include screenshot delle rilevazioni effettuate con gli strumenti principali di cui sopra, al fine di fornire un punto di riferimento per eventuali attività future.

Il documento menzionato contempla alcuni degli aspetti chiave legati alla rimozione di microspie ambientali.

Se hai bisogno di professionisti esperti nelle Bonifiche ambientali microspie E.B.ESSE Agenzia di sicurezza è qui per aiutarti, ti preghiamo di contattarci per richiedere una stima.

Leave A Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *