Chi è la GPG?

Diventare guardia particolare giurata (GPG) rappresenta oggi una grossa opportunità di lavoro, dal momento che questa figura professionale è molto richiesta in più ambiti.
Una Guardia Giurata lavora a favore della tutela del patrimonio e contribuisce alla prevenzione dei reati. Esso opera alle dipendenze di un Istituto di Vigilanza privata o di un ente pubblico o privato, proprietario del bene mobile o immobile che si vuole tutelare.

Cosa fa una GPG?

Sono tante le responsabilità che fanno capo a questa figura professionale. Prima fra tutte quella di sorvegliare e proteggere luoghi, di conseguenza proteggere beni di proprietà di un cliente. La guardia giurata è chiamata, quindi, a presidiare luoghi pubblici o privati nelle ore diurne o notturne per assicurarne la sicurezza.

I servizi svolti sono:

  • Servizi di Centrale Operativa (televigilanza, telesorveglianza, etc…)
  • Servizi di Vigilanza ispettiva fissa
  • Servizi di Vigilanza ispettiva dinamica
  • Servizi di intervento su allarmi
  • Servizi di Vigilanza Antitaccheggio

Si tratta di una professione che richiede competenze plurime e specifiche nonchè requisiti particolari e pur essendo una professione che regala tante soddisfazioni, necessita di una passione e una dedizione non indifferenti perché possa essere svolta al meglio.
Il percorso da seguire per diventare una guardia particolare giurata comincia dalla formazione.

Un buon corso per diventare guardia giurata

E.B.ESSE  punta molto sulla formazione di questa figura professionale che, come già accennato, necessita di dimostrare competenze teoriche e tecniche ben precise. Il corso organizzato da noi è un corso intensivo di 48 ore come la nomativa prevede. Esso è svolto dai Security Manager di E.B.ESSE  certificati ai sensi della norma UNI 10459, questo garantisce una formazione specifica e  professionale.

I documenti minimi per diventare guardia giurata particolare

  • Fotocopia della carta d’identità valida
  • Certificato anamnestico del medico curante
  • Certificato rilasciato dall’ASL di idoneità al maneggio delle armi.

Leave A Comment