Investigazioni penali

Nell’immaginario collettivo è diffusa la convinzione che le indagini penali possano essere svolte solamente dalle Procure della Repubblica per il tramite della Polizia Giudiziaria. In realtà non è così. Le indagini penali infatti possono essere effettuate anche da altri attori, oltre che dalle diverse Procure.

Si pensi in primo luogo al ruolo svolto dal difensore dell’indagato o dell’imputato nella ricerca degli elementi scagionanti tralasciati da una Procura, la quale, si ricorda, per il principio della ricerca della verità alla quale la sua azione è sottoposta, dovrebbe ricercare anche gli elementi favorevoli all’indagato. Tramite le investigazioni penali e private, che possono essere svolte sia per conto della difesa che della persona a cui sono stati imputati reati, è possibile portare alla luce fatti e situazioni al fine di tutelare la libertà della persona.

Investigazioni penali per studi legali

Tali indagini difensive comprendono la ricerca e l’intervista a testimoni informati dei fatti, il reperimento di prove, la verifica di prove e controprove, l’attendibilità dei testimoni ed alibi, perizie, sopralluoghi e documentazioni video e fotografiche.

In Italia è possibile svolgere indagini difensive, anche preventive, prima dell’inizio del processo penale (in modo da raccogliere prove e controprove che abbiano valore legale), grazie all’entrata in vigore nel 1989 del nuovo codice di procedura penale, che ha istituito un sistema processuale prevalentemente accusatorio, in cui si confrontano il pubblico ministero, il difensore di fronte ad un giudice, in qualità di terzo.

Il difensore, nell’esercizio del proprio ufficio, può svolgere indagini per identificare elementi di prova a favore del proprio assistito. In tale attività di ricerca, ha la facoltà di avvalersi anche di un investigatore privato (come previsto nel comma 2 dell’Art. 38 disp. attuazione c.p.p.).

La disciplina delle indagini difensive è contenuta all’interno del titolo VI bis del libro V del Codice di Procedura Penale. La riforma ha disciplinato nel dettaglio gli ambiti di intervento e gli strumenti a disposizione della difesa, composta quest’ultima non più solamente dall’avvocato ma, se ritenuto necessario, anche dall’investigatore privato e dal consulente tecnico di parte.

Qui sotto i più frequenti campi di attività delle investigazioni per difesa ed accusa, con ricerca di prove, testimonianze e documentazioni su:

  • Stalking
  • Mobbing
  • Disturbi della quiete
  • Danneggiamenti
  • Furti
  • Truffe
  • Diffamazioni
  • Molestie
  • Sfruttamento della prostituzione
  • Ricatti
  • Truffe sul web ecc.

Scopri tutti i nostri servizi di investigazione.

CONTATTACI PER MAGGIORI INFORMAZIONI

    Tipo di investigazione:

    Presto il consenso al trattamento dei dati personali (Art. 6-7 Regolamento UE 2016/679) Clicca ok per accettare il trattamento dei dati

    Presto il consenso all’invio di comunicazioni commerciali (Art. 130 D.Lgs. n. 196/2003) Clicca ok per accettare il trattamento dei dati