Guardia del Corpo

Bodyguard

Già fin dall’antica Roma era prevista una figura in grado di garantire l’incolumità di personaggi di rilevanza politico-sociale. La guardia del corpo del re si chiamava satelles, mentre quella dell’imperatore componeva la guardia pretoriana.

Tipicamente si ricorre ai servizi delle guardie del corpo come strumento di difesa personale per svariati motivi: oltre che per difesa contro minacce e pericoli vi si ricorre anche, per allontanare le attenzioni, talvolta ossessive e moleste, di fan o di giornalisti nel caso di personaggi famosi come cantanti o attori. Riportiamo due casi di attualità dove è stato richiesto l’intervento di bodyguard.

31 Agosto 2018

Un tifoso, o presunto tale, ha provato ad avvicinarsi pericolosamente a Cristiano Ronaldo, un calciatore della Juventus alla stazione di Parma durante una trasferta della squadra piemontese. Il calciatore mentre era sulle scale mobili è stato circondato dai bodyguard, in quanto il tifoso ha iniziato ad agitarsi vistosamente forse in cerca di attenzioni e autografi da parte del calciatore. Capiamo da questo esempio la necessità di comprendere la possibilità di pericolo e agire di conseguenza per garantire la sicurezza del soggetto che la richiede.

3 August 2018

Secondo le fonti di TMZ, il bodyguard della cantante Demi Lovato sarebbe stata la prima a trovarla priva di sensi presso la sua casa temendo che avesse perso la vita. Il bodyguard avrebbe prestato i primi soccorsi liberandole le vie respiratorie, prima che arrivassero i paramedici a bordo dell’ambulanza. Le cause sembrerebbero un overdose di farmaci che avrebbero causato una collasso respiratorio. La formazione dei bodyguard nel primo soccorso e salvaguardia della persona in questo caso, avrebbero garantito la messa in sicurezza dei soggetti.

In Italia la legislazione non prevede la figura della Guardia del Corpo, il protocollo in questione dovrà quindi tener conto di questo importante aspetto. Sono necessari invece dei requisiti che rispettino degli standard che permettono di poter operare in queste particolari situazioni. Standard che E.B.ESSE soddisfa per le proprie  agenzie di Bodyguard Milano, Roma, Torino, Venezia etc…

L’accurata Conoscenza delle tecniche di organizzazione e pianificazione preventiva di tutti i servizi di sicurezza, permette di salvaguardare il soggetto che richiede questo tipo di intervento.

Un buon lavoro dipende dalla conoscenza di diverse competenze suddivise in tre categorie:

Competenze tecniche

Per questo tipo di competenze è necessario per esempio, essere in grado di comunicare in modo efficace via radio per comunicazioni chiare e tempestive, conoscere le tecniche di scorta, di guida protettiva e via dicendo. Inoltre è richiesta un’ottima capacità di gestione delle persone in pubblico in situazione di stress fisico e mentale

 Competenze fisiche

La prestanza fisica è solo una dei requisiti richiesti. Sono necessarie diverse doti, tra cui la difesa di terzi, la capacità di lotta non armata e armata, saper portare in sicurezza un soggetto sano o malato in qualsiasi situazione esso si trovi.

Competenze sanitarie

Qualora sia necessario, il bodyguard deve necessariamente conoscere diverse tecniche di primo soccorso al fine di poter garantire la salvaguardia del soggetto affidato anche in casi di urgenza.

Per ulteriori informazioni sui requisiti per diventare bodyguard e sulla formazione necessaria clicca qui

Inoltre ti consigliamo di rimanere sempre aggiornato leggendo i nostri articoli nel nostro BLOG o guarda i nostri video.